Yamaha XT 550 ’82: Tanuki la tracker mutaforma

L’officina based in Asiago “Rice Eaters Garage” fabbrica special profondamente intrise di cultura tradizionale giapponese: questa è la loro nuova Yamaha ispirata alle tracker degli anni Settanta

a cura di Francesco Bucci

I ragazzi di Rice Eaters Garage sono nel nostro radar già da qualche tempo: ci piace il loro stile, il loro richiamo ai manga giapponesi che si riflette nel loro stile di customizzazione su base rigorosamente proveniente dal Paese del Sol Levante. Nonostante si fossero già distinti in alcuni contest locali con i loro chopper e bobber, noi di Special Cafe ci siamo avvicinati all’officina di Asiago grazie alla loro prima scrambler, la Fudo, che trovate recensita qui.

Vi presentiamo oggi la loro creazione più recente: Tanuki, recentemente salita sul gradino più alto del podio nel 3° Scrambler Challenge di Lignano Sabbiadoro. Ancora una volta il nome della special è mutuato dalla mitologia giapponese: “tanuki”, ambigua creatura mutaforma esperta nel travestimento… a sottolineare il radicale lavoro di trasformazione che ha interessato questa Yamaha XT 550.

TRACKER IS THE WAY

Recuperata in stato di abbandono dentro ad un fienile della campagna padovana, questa Yamaha XT 550 del 1982 è stata interamente smontata, modificata e riverniciata dal team di Rice Eaters Garage. L’ispirazione estetica deve molto al mondo delle tracker anni ’70, osservando la silhouette della Tanuki è subito percepibile lo “spirito corsaiolo” che la permea. Ben vengano allora la livrea “Speed Block” o il serbatoio di una Yamaha XS400 a cui si aggiungono codino e sella aftermarket e poi riadattati. Particolare è anche la mascherina anteriore con faretto LED asimmetrico; un classico il manubrio e le manopole Biltwell.

TANUKI IL “MUTAFORMA”

Non poca è la fatica affrontata dai “Mangiatori di Riso” per recuperare i pezzi necessari al corretto funzionamento, ma quando arriva il momento di mettere le mani alle chiavi inglesi è divertimento allo stato puro. Il telaio viene smontato e riverniciato, la maggior parte delle componenti meccaniche sabbiate e riverniciate a polvere, così come il motore (revisionato, riverniciato e messo a punto) con i carburatori lucidati a specchio. Con i nuovi filtri in spugna performanti, il terminale Super Trapp e i collettori in acciaio inox artigianali la vecchia XT guadagna uno sprint invidiabile.

Le prestazioni sono state ulteriormente migliorate con l’introduzione di un freno a disco in luogo del tamburo originale. Rilavorati anche i foderi degli steli (provenienti da moto diverse) con la particolare finitura in alluminio satinato.

Ancora complimenti ai ragazzi di Rice Eaters Garage, e se siete amanti delle scrambler non perdetevi anche la Fudo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.