HONDA CX 500 GTS: l’ultima cafe racer di Sacha Lakic

Testo  Francesco Bucci  /  Foto  Sacha Lakic Design

– To start off a good project, all you need sometimes is a bit of passion and a few cold beers… –

La fa facile Sacha Lakic, il brillante designer della nuova Honda CX 500 GTS «Cafe Racer». Seguiamo Sacha e la sua agenzia di design da un po’ e ci ha sempre colpito la naturalezza e l’estro con cui ha saputo muoversi tra un ambito e l’altro. Architettura, arredo di interni, pratici oggetti di utilizzo comune e, ovviamente, moto. Una naturale predisposizione ad interpretare le forme del movimento, la liquidità delle curve e un’attenzione alle novità della tecnologia hanno sempre fatto sì che l’opera di Sacha Lakic esprimesse funzionalità e fascino allo stesso tempo.

Velocità, anima e una passione per le due ruote che attraversa tutta la sua carriera. Ha collaborato con Piaggio e Bimota nel campo degli scooter, ma non possiamo dimenticare il suo primo avveniristico prototipo marciante nel 1986, la Yamaha Axis disegnata in collaborazione con Alan Carrè. In tempi più recenti è invece stata la Voxan Black Magic ad ottenere le luci della ribalta, dove già notiamo un richiamo all’estetica delle moto degli anni ’50 e ’60.

Grande eccitazione c’è stata quindi presso lo stand della Honda al Paris Motorcycle Show (1-6 dicembre) in occasione della presentazione della sua ultima creatura. La CX500 è forse una delle moto più customizzate della storia recente, anche per via del suo ridotto prezzo di vendita. Gli amici di Sacha al George’s Garage (Lussemburgo) ne possiedono una classe ’82 inutilizzata da tempo: due birre ghiacciate fanno il resto.

cafe racer honda cx 500

Il minimalismo che guida le scelte cromatiche e di design di questa special hanno il chiaro intento di esaltare il motore, il già ottimo V-twin 80° cui Sacha ha aggiunto un collettore di scarico a Y fatto mano. Sempre originale è il serbatoio, per l’occasione inclinato di circa 10 gradi in avanti per trasmettere un maggiore dinamismo. Il posteriore è stato ripensato e reso meno ingombrante grazie alla scelta del sellino singolo. La forcella montata è una Marzocchi RAD50, l’ammortizzatore posteriore è un Ölhins direttamente dalla Ducati 851. Per quanto riguarda l’impianto frenante si è optato per dei Nissin, con vaschetta della Rizoma. Parliamo di ruote: cerchioni Exel e raggi realizzati artigianalmente, pneumatici Dunlop Sportmax Mutant 120-70-17 davanti e 160-60-17 dietro. Sella e parafango anteriore sono stati realizzati a mano, mentre per quanto riguarda impianto ottico e tachimetro sono stati acquistati su caferacer.com. Il risultato è quello che vedete in foto e non è un caso che se ne sia parlato tanto a Parigi.

Se avete voglia di vedere la CX500 GTS in azione, non perdetevi questo video.