Foxy Lady: tutta la carica di Hendrix in una Triumph

Testo  Francesco Bucci   /    Foto  Sergio Ibarra

Macco Motors nasce a Càdiz, nel sud della Spagna, sul finire del 2011. E’ un’idea, un sogno, il progetto di due amici che sarebbe più corretto chiamare “fratelli”: Jose e Tito. I due si conoscono da ventanni e da ventanni coltivano insieme la passione per i motori, per le due ruote: un amore per le motociclette classiche, fatte di linee essenziali e di un’eleganza in grado di resistere al tempo.
Quello che hanno orgogliosamente creato è una fabbrica di sogni, i loro e quelli dei loro clienti.

– We build our bikes with real passion. We love what we do. –

Estetica e qualità delle performance: sono queste le “urgenze” a cui Macco Motors risponde. Una cura per i dettagli e per l’armonia delle forme ha reso rinomata la piccola officina spagnola ben al di fuori della nazione tanto che ad oggi più del 90% del loro lavoro è destinato all’esportazione. Regno Unito, Germania, Italia, USA: le special del duo spagnolo sono apprezzate ovunque si respiri il gusto per le motociclette di una volta, quelle su cui ci si sporca le mani. Nonostante Macco Motors lavori su tutti i maggiori brand sono state le Triumph a rendere famoso il workshop, in particolare l’approccio “neo classico” alle motociclette inglesi, come quelle che potete ammirare qui sotto.

Fondamentale è il rapporto con il committente: Jose e Tito cercano di capire le esigenze, i gusti, lo stile di guida del destinatario della moto, così da poter indirizzare il loro lavoro verso il miglior risultato possibile. E’ stato strano pertanto vedere tanto interesse verso la “Foxy Lady“, progetto più sperimentale inizialmente nato per uso personale, ma che ben presto ha fatto nascere una vera e propria “nuova linea” di special già vendute in America, Inghilterra e Germania.

Recently we started a new concept about classic Triumphs, improving the front suspension and the aeshethic. This is the case of our number 17, “Foxy Lady”

La base della Foxy è una Triumph Bonneville T100 EFI del 2010, cui è stato innanzitutto ripensato l’anteriore: forcella a steli rovesciati mutuata dalla Ducati 1100 EVO, piastre della forcella Free Spirits e manubrio Biltwell con manopole Clubman LSC. Per le ruote si è optato per i cerchi a raggi da 19″ della Thunderbird Supersport, è stato aggiunto un secondo disco per il freno anteriore e sono state montate pinze Brembo. A completare il layout dell’anteriore il faro tondo retrò e la strumentazione essenziale con il solo tachimetro circolare. La scelta cromatica dominante del nero, anche sulla forcella, ha la funzione di snellire le linee e rendere più aggressivo lo “sguardo” della Foxy.
Per quanto riguarda il posteriore abbiamo una sella in pelle della Macco sotto la quale sono montate sospensioni Ohlins e pannelli laterali in acciaio realizzati artigianalmente. Ripensato è stato anche l’impianto di scarico con una forma circolare che tende verso il termine ad assumerne una ovale. Custom ovviamente anche il pipe.

Dopo la “Foxy Lady” Macco Motors sembra proprio non volersi fermare e sul sito dedicato potete trovare i risultati dei loro ultimi lavori. Continuate così, ragazzi: Jimi sarebbe fiero di voi.

Macco n°3 “Dusty Pearl” su base Bonneville SE