Velocità d’Epoca: Ducati cafe racer

Oggi tutti vogliono il loro scrambler su base Honda. Ma c’è chi ancora abilmente sfida le mode (e i prezzi assurdi del mercato) e utilizza altri ottimi motori per costruire cafe racer come pare a lui. Sono i ragazzi di Benjie’s Cafe Racer e questa è la loro special su base Ducati 900SS/SP.

Testo  Francesco Bucci   /   Foto   Benjie’s Cafe Racer (FB)

Il made in Italy conta e anche tanto. Il marchio di Borgo Panigale lo sa bene e ne trova conferma ogni qualvolta da una vecchia Ducati vengono tirate fuori delle special di razza come quella che vedete in foto. Un richiamarsi al leggendario mondo dei motori italiano richiamato anche dal nome che si è voluto dare a questa esclusiva cafe racer: “Velocita D’Epoca“, un Ducati 900 SS/SP (Sport Production) trasformata dai ragazzi di Benjie’s Cafe Racer in un ferro dalla difficile collocazione storica.

Tra l’Inghilterra degli anni ’50, l’Emilia degli anni ’70 e il futuro.

Non la più banale delle preparazioni per BCR design, che abitualmente lavorano su bicilindriche giapponesi di fine anni ’70. Quella che all’inizio era passione di pochi adesso sta spopolando in America e tutti quanti vogliono una Honda o una Yamaha da personalizzare. Bello sì, ma se ne trovano sempre di meno e a prezzi sempre più alti.

Abbiamo deciso di uscire dalla nostra comoda nicchia e andare contro la moda del momento.

Non è stato difficile quindi mettere le mani su questa bella Ducati, trovata online, ancora in forma e marciante… non fosse stato che per pochi graffi ed un look decisamente sorpassato.

“Contro la moda” è anche la scelta di una classica cafe racer old-school: questi sono gli anni delle scramblers e delle trackers come testimoniano le scelte di mercato anche delle grandi Case. Ma il fascino delle prime cafe racer è innegabile: moto fatte per correre… cosa c’è di meglio di una Ducati sportiva per inseguire quel sogno?

La parte posteriore del telaio (e il codino) è stata ovviamente ricostruita in acciaio per essere semplice e efficiente nella gestione dello spazio ma garantire allo stesso tempo un approccio di guida aggressivo.

Il serbatoio è stato forgiato in acciaio con in testa le Norton degli anni ’50 (c’è anche un indicatore della temperatura dell’olio incorporato). La parte anteriore del serbatoio abbraccia i tubi del telaio formando un corpo unico, indivisibile.

Il sellino in fibra di carbonio, concepito per essere semplice ed elegante, si allarga sul retro per bilanciare la larghezza della ruota posteriore, foderato con un mix di alcantare e vacchetta. Fra sellino e serbatoio, sotto, si annida il fanalino.

Impianto di scarico totalmente rimodellato a mano in acciaio, con i silenziatori che completano la linea come “serpenti sulla testa di Medusa”.

In pieno stile “Brit” i parafanghi in alluminio, così come i cerchioni 17″ (per mantenere il peso basso) che montano pneumatici Pirelli 120×170. Completano la build gli immancabili semimanubri e il tachimetro incorporato nel faro.

Potrebbero interessarti

Io sono Leggenda – il Ritorno dell’Honda Monkey

27 Marzo 2019/da Special Cafe

Sogno Nero

Il Vesuvio all'orizzonte e una Street Triple esclusiva tra le mani. Sergio Giordano ci parla della sua ultima Serie Limitata su base Triumph.
18 Febbraio 2018/da Special Cafe

MOTO DEL LETTORE: Moto Guzzi V50 1982

Si chiama Luca e ci scrive dall'estremo sud della Sardegna. Ma il suo cuore batte per la bella V50 vintage di Mandello del Lario: scoprite di più sulla sua "special da garage"
14 Ottobre 2017/da Special Cafe

MOTO DEL LETTORE: Honda CB 750 Bol d’Or

Un CB 750 del 1984 rivisitato in chiave Bol d'Or dal nostro lettore Riccardo di Vintage Motorcycles.
7 Ottobre 2017/da Special Cafe

Dirty Sunday: elogio al flat track “ignorante”

Un evento spericolato, fuori dalle righe, per gli amanti della polvere e del rischio. Per chi la domenica pomeriggio si annoia.
7 Ottobre 2017/da Special Cafe

Scrambler Esse Esse

Street Scrambler Special con cubatura elevata a 800 cicì per una Norton superlativa dal comportamento sopra le righe ma con un occhio alla solidità d’insieme.
3 Ottobre 2017/da Special Cafe

BMW R 65 1980: Solo parti… SPECIALI

Massimo viene dal mondo del restauro di auto d'epoca ed è abituato a ricostruire filologicamente la storia del mezzo, riportandolo alla sua origine nel modo più fedele possibile. Stavolta ha deciso di lavorare in modo diverso... ed è subito special.
30 Settembre 2017/da Special Cafe

Tra i Ghiacci del Bajkal

Un'avventura lunga 2000 km tra le coste del bacino d'acqua dolce più grande del mondo. Un viaggio in sidecar attraverso l'inverno siberiano per incontrare quei russi che lasciano la periferia delle città post-sovietiche per scegliere la vita nella taiga.
27 Settembre 2017/da Special Cafe
Carica di più
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.