Battle of the Kings 2017: riparte il contest Harley-Davidson

La terza edizione dedicato alla linea Dark Custom del marchio americano più celebre in fatto di personalizzazione. Un’autentica sfida di proporzioni “continentali” che metterà alla prova i migliori elaboratori sulla piazza per ricordare a tutti che “Special… è meglio!”

a cura di Francesco Bucci

Quaranta i partecipanti. Uno per nazione il trofeo. Quello di Custom King dell’edizione 2017 del Battle of the King, il contesti di casa H-D fra i propri Concessionari ufficiali. La sfida è lanciata e i preparatori più esperti e “titolati” d’Europa sono al lavoro sulle loro special su base Sportster XL 1200 Roadster, chiamati a trasformare il bestione in una creatura dotata di personalità propria, di un carattere capace di differenziarlo da tutte le altre concorrenti.

Le regole? Poche ma certe: 6000 euro di budget massimo e il 50% di accessori originali Harley-Davidson (da un catalogo di oltre 10.000 articoli). Per il resto libero sfogo alla creatività, alla follia e all’intuizione degli elaboratori, chiamati a rendere onore al marchio americano più iconico del mondo del custom.

Potranno piacere o non piacere, spesso esagerate, spigolose, prepotenti e sproporzionate… ma il binomio Harley-Davidson e customizzazione non può essere messo in discussione. La possibilità di trasferire qualcosa di sé sul proprio motoveicolo, adattarlo alle proprie esigenze e preferenze, al proprio stile, è il cavallo di battaglia della H-D da sempre e anche il Battle of the King non è che una chiamata alle armi per ricordare a motociclisti e appassionati che con una buona chiave inglese tutto è possibile.

Il 16 gennaio apriranno le votazioni online sul sito web ufficiale, dove ogni utente registrato potrà esprimere la sua preferenza: il risultato, riletto anche da una giuria tecnica, eleggerà il Custom King italiano che andrà a sfidare i preparatori di Europa, Medio Oriente e Africa nella gara finale di EICMA 2017. Un evento imperdibile per tutti gli amanti del marchio americano e del mondo della customizzazione in generale!

Ma il Battle of the King è ormai alla terza edizione… ricordate i finalisti dello scorso anno, che hanno gareggiato su base Iron 883? Non c’è problema… ci pensa Special Cafe!

HARLEY-DAVIDSON MONZA

Nella gamma HD mancava una scrambler così i ragazzi di Monza hanno fatto la loro: basso costo, aggressiva e agile. Una scrambler moderna che non vuole essere una replica anni ’50 ma una moto attuale che rispecchi però stile e necessità delle scrambler originali.

HARLEY-DAVIDSON “ON THE ROAD” NAPOLI

Una moto dedicata agli anni ’70 a partire dallo scarico Supertrapp fino al serbatoio di provenienza 1200C (appositamente modellato), per non dimenticare i parafanghi semplificati e il comodo sellone artigianale. Il tutto si traduce in uno stile di guida caratterizzato da un’impostazione enduro del manubrio e dalle pedane da cross pronte per l’off-road.

HARLEY-DAVIDSON BOLOGNA

La più “cafe” delle preparazioni, con il manubrio “clubman” che fornisce lo stesso effetto dei semimanubri e tante altre modifiche: cerchi da 21×3.50, manopole, pedane e filtro tutte artigianali. Lo scarico e il puntale richiamano ancora una volta uno stile racing… ma non sono stati apportati interventi alla carrozzeria originale: una customizzazione minimal che restasse fedele alla 883 pur aggiungendo valore e personalità.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.