Wildays: il primo festival italiano Dust&Rust

Sotto il sole cocente di fine maggio , nelle campagne emiliane del circuito di Varano de Melegari (Parma) si è svolta la 72 ore dei Wildays, il primo festival dust and rust italiano concepito per unire natura, musica, cibo e, ovviamente, le due ruote!

a cura di Alessandro Ferraro

Gli ideatori? Quei bad boys degli Anvils

Tutte nasce da un’idea degli Anvils , alias Alessandro Phonz e San Marco Filios, che affiancano gli immancabili stand espositivi alle challenges su asfalto e fettucciato. Diverse infatti le attività proposte per coinvolgere chi sulle moto ci sa già andare e chi, in pista, non ha ancora osato: dal flat track della “Slide Ways Race” all’accelerazione pura sui 200 metri della “Hurricane Drag Race”, passando per la “Dirt Temple” dedicata alle scrambler e alle moto da regolarità.

Sfumature folk americane

Vuoi per quel connubio evocativo tra fieno e Specials, vuoi per la polvere che dai circuiti off road sale abbracciando la location senza opprimerla, vuoi per gli ambienti generosi privi delle tipiche resse da raduno o anche solo per l’orizzonte marcato dai profili di boschi e colline selvagge dove poter campeggiare: tutto concorre nel creare un’atmosfera insolitamente americana, un richiamo vagamente country lontano dal luccichio e dalle cromature ben lucidate delle fiere di settore. L’appuntamento con la wilderness nostrana è per il prossimo anno!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.