IMOLA MOTOCROSS SHOW 2016

Grande successo per la rievocazione dei Campionati Mondiali di Motocross di Imola dell’1-2-3 luglio 2016. Nonostante l’assenza di sponsor fondamentali i grandi Campioni del passato hanno deciso di partecipare sostenendo autonomamente le proprie spese di viaggio: ed è subito Storia.

a cura di  Luciano Costa

Quando la passione può fare miracoli.

É stata proprio stata la PASSIONE la vera protagonista della quarta edizione della rievocazione dei Campionati Mondiali di Motocross di Imola dell’1-2-3 luglio 2016. Nonostante il mancato sostegno economico dell’ASI (Automotoclub Storico Italiano) e nonostante il caldo africano, IMOLA MOTOCROSS SHOW ha ottenuto un importante successo di partecipazione e la location adiacente al parco si è riempita di camper, furgoni e gazebo a protezione di collezioni di moto da cross ed enduro di grande valore storico.

I campioni mondiali storici della Golden Era sono tornati con entusiasmo a Imola e se ne sono aggiunti altri. Assieme a Torsten Hallman, Jeff Smith, Rolf Tibblin, Derek Rickman, Otto Walz, Carlo Molinari, Triss e Bryan Sharp, Emilio Ostorero e Canzio Tosi, hanno partecipato anche campioni più recenti. Aprendo le porte agli anni Settanta e Ottanta e al mondo dell’Enduro, abbiamo rivisto campioni come Michele Rinaldi, mondiale 1985 di motocross, Giò Sala, sei volte campione mondiale enduro, Alessandro Gritti ed Elia Andrioletti pluricampioni europei Enduro, Italo Forni, campione italiano di motocross classe 500 del 1971 e altri ancora. I campioni mondiali che fecero la storia del motocross internazionale del Parco delle Acque Minerali, hanno risposto ancora positivamente all’invito con la piena disponibilità ad affrontare il lungo viaggio a spese loro. E questa non possiamo che chiamarla Passione con la P maiuscola! Loro sono stati lo “sponsor” principale dell’evento.

Dagli anni cinquanta agli anni ottanta, coprendo un arco di quarant’anni, è stato possibile ammirare le vecchie quattro tempi pre-1965 assieme a rari e splendidi esemplari da cross ed enduro di diverse cilindrate provenienti dai Registri Storici TGM, Maico, Montesa, Simonini, Villa e altri ancora da collezioni private. Finalmente abbiamo rivisto a Imola quell’Husqvarna 500 che cavalcò Rolf Tibblin nel 1962 vincendo il Gran Premio: esattamente la moto sulla copertina del libro Imola Mondiale che portava il n° 50. Ed è stato proprio lui, Rolf Tibblin in persona, a montarla e a guidare la sfilata storica. Un tale concentramento di esemplari unici per il loro valore, la rarità, il restauro di pregio, lo stato di conservazione e l’autenticità non si era mai visto. Molte di loro sono state utilizzate nella sfilata alla quale hanno partecipato, oltre a Tibblin, anche campioni come Torsten Hallman (Husqvarna 250), Otto Walz (WaBeHa 400), Italo Forni (Cotton con motore Triumph 500), Alessandro Gritti (Morini Regolarità), Canzio Tosi (Sarolea 500) e, udite udite, Emilio Ostorero che ha voluto montare la Lito 500 da sempre usata da Lundin, forse in suo onore. Per la prima volta, all’evento, ha partecipato ufficialmente il TEAM BARDAL JOLLY CLUB – Spazio TV Web.

In mostra sulla pista da ballo del bar discoteca Acque Minerali, location privilegiata, abbiamo visto esemplari importanti come una Jawa 500 bicilindrica, una Sarolea dei primi anni ’50, le Hedlund Metisse con motore Machless, una Matchless G85, una Mondial desmodromica appartenuta a Ostorero, la Tribsa, le Rickman Metisse con motori Triumph e Bultaco, le CCM, le Aermacchi, una BSA di Giulio Galbiati, una Dot con motore Triumph 500, le CZ e una serie di moto storiche di piccola cilindrata da regolarità anni settanta e come la Guzzi Stornello, la Morini di Alessandro Gritti, e molte altre ancora. Sotto i gazebo è stato possibile ammirare la splendida collezione Maico di Paolo Torta, la collezione Beta di Andrea Guidi, la collezione Montesa del MC Magenta, le KTM di Giorgio Battistini e altre ancora di diverse generazioni, alcune Bultaco, le Simonini del Registro Storico, le TGM di Aldo Lavezzini, le Villa di Daniele Neri e molte altre ancora.

Le performance su fettucciato, aperte a tutte le moto storiche suddivise per categorie, hanno consentito un confronto tra passato remoto e passato prossimo. Assistere a un accostamento tra moto come le ansimanti 500 cc a corsa lunga degli anni cinquanta, le due tempi degli anni settanta e ottanta non è cosa che capita tutti i giorni. Le giovani generazioni hanno potuto ammirare un passato a loro sconosciuto. È quello che si chiama trade-union tra le diverse epoche.

Anche in questa edizione è stata organizzata una coloratissima parata storica capitanata dai vecchi campioni della Golden Era che hanno sfilato per le vie della città. Ma prima di dare il via alla parata, è stato il sindaco Daniele Manca e i rappresentanti della Federazione Motociclistica Italiana, dei Moto Club romagnoli e delle Associazioni Sportive e Culturali a effettuare la consegna di splendidi trofei alla carriera ai campioni ospiti presenti. In quel contesto è stata ricordata la figura del campione del mondo Sten Lundin scomparso improvvisamente il 3 giugno scorso. Dire Lundin è come dire Imola. Il campione svedese, infatti, a Imola vinse quattro Gran Premi d’Italia nel 1955, 1958, 1959 e 1960. Un record rimasto imbattuto. A premiare il figlio Kenneth è stato il Sindaco Daniele Manca. Successivamente è stato ricordato anche il campione europeo 1960 e 1961 classe 250 Dave Bickers, anch’esso scomparso un anno fa poco dopo l’ultima sua apparizione a Imola. A ricevere il trofeo alla memoria è stata la moglie Sylvia.

La cena di gala ad inviti di sabato sera 2 luglio è stata servita sulla pista da ballo da un catering incaricato in una magica atmosfera accarezzata da una brezza tiepida. In quell’occasione sono stati premiati i 50 collezionisti presenti in riconoscimento della loro opera. Al dessert è stato proiettato un video che ha fuso gli eventi mondiali del passato con le immagini delle precedenti rievocazioni.

L’evento si è quindi concluso felicemente e tutti i partecipanti si sono dati appuntamento alla prossima edizione.

 

Potrebbero interessarti

Dirty Sunday: elogio al flat track “ignorante”

Un evento spericolato, fuori dalle righe, per gli amanti della polvere e del rischio. Per chi la domenica pomeriggio si annoia.
7 ottobre 2017/da Special Cafe

DUE CHIACCHIERE CON SÉBASTIEN LORENTZ

È uno dei personaggi più in vista della scena internazionale, animatore e ideatore della Sultans of Sprint. Gli abbiamo fatto qualche domanda in occasione della tappa di Monza…
16 luglio 2017/da Special Cafe

THE MILE 2017: Gentiluomini in sella

L’idea nata dallo shop londinese The Malle è ormai tappa fissa per migliaia di biker d’oltremanica che invadono l’area verde alle porte della capitale per un weekend all’insegna del divertimento.
5 luglio 2017/da Special Cafe

Modena Revival

Domenica 11 giugno, prima edizione di Modena Revival FMI. Un evento all’insegna di “Belle Storie e Grandi Motociclette”, con ricco un programma di attività che comprende anche il XV Memorial Walter Villa. Senza dimenticare il grande Raduno Laverda, alla presenza di importanti esponenti della Casa veneta e del mondo dei collezionisti del marchio.
31 maggio 2017/da Special Cafe

Wildays: il primo festival italiano Dust&Rust

Sotto il sole cocente di fine maggio , nelle campagne emiliane del circuito di Varano de Melegari (Parma) si è svolta la 72 ore dei Wildays, il primo festival dust and rust italiano concepito per unire natura, musica, cibo e, ovviamente, le due ruote!
31 maggio 2017/da Special Cafe

Prima Tappa Campionato Italiano di Sprint Race FMI

Sul palcoscenico dell'ISAM di Anagni va in scena la prima tappa del Campionato più atteso dagli appassionati delle gare di accelerazione italiani.
5 maggio 2017/da Special Cafe

LOTUS Meeting Tour VIII edizione

Ritorna nella sua ottava incarnazione l'iniziativa di Radio Roma Tv dedicata agli appassionati LOTUS dell'interland romano. Un raduno itinerante per il weekend del 3 e 4 giugno 2017
20 aprile 2017/da Special Cafe

La Stagione 2017… riparte da Giancarlo Falappa

Special Cafe e Dainese Roma insieme per dare vita ad un evento irripetibile che vedrà protagonisti grandi ospiti e grandi moto speciali. Dove e quando? Sabato 22 aprile, ore 15, presso il Dainese D-Store Roma (via della Penna 13/21)
18 aprile 2017/da Special Cafe
Carica di più
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.